Farine disoleate e non di frutta a guscio vendita su Shop Baldaiassa

Le Farine in vendita su Shop Baldaiassa, vengono prodotte attraverso la macinazione di frutta a guscio, detta anche frutta oleosa: nocciole, mandorle e noci parzialmente disoleate e non disoleate esclusivamente di origine italiana.

Le farine in vendita, vengono lavorate a “bassa temperatura” così da preservare le naturali caratteristiche e profumi del frutto da cui provengono, partendo da piccoli lotti di frutta a guscio, eventualmente spremuta meccanicamente a freddo per le versioni parzialmente disoleate.

Queste ultime hanno suscitato negli anni un crescente interesse per i loro valori nutrizionali: il loro contenuto di grassi è infatti più basso di circa il 20%-40% rispetto alle stesse farine generalmente in vendita, ottenute però da frutti "non spremuti". Sono inoltre naturalmente più ricche di proteine e fibre poiché sono un concentrato del frutto oleoso da cui derivano, basti pensare che per ottenere 1 kg di farina disoleata è necessario lavorare 1,5 kg circa di frutta a guscio.

Su Shop Baldaiassa è possibile acquistare farine di frutta a guscio disoleate e non disoleate ottenute da tre diversi frutti: nocciole, mandorle e noci, tutte confezionate in sacchetti alimentari sottovuoto nel formato da 500 g.

Le farine disoleate di frutta a guscio sono migliori di quelle non disoleate?

Spesso nell'acquistare farina di frutta a guscio, si è indecisi se comprare la versione disoleata o non disoleata, per il timore che vi siano differenze qualitative tra le due tipologie. In realtà, fatto salvo il minore tenore di grassi e la maggiore presenza di proteine e fibre delle versioni disoleate, le differenze più che in termini qualitativi, vanno ricercate rispetto ai vantaggi nel loro utilizzo e nei tempi di conservazione.

E' indubbio che dalle farine disoleate si traggano maggiori vantaggi: la minore presenza di grassi, ne permette una migliore conservazione, essendo meno soggette a fenomeni di irrancidimento dovuti all'ossidazione degli stessi; inoltre, le farine disoleate si miscelano molto più facilmente con gli altri ingredienti, come ad esempio nella preparazione dei dolci da forno, proprio per la minore ricchezza di sostanze grasse nella loro composizione, restituendo risultati migliori anche in termini di texture del prodotto dolce finito.

Le farine disoleate in vendita sono tutte uguali? Il prezzo delle farine disoleate basso può essere un indicatore di bassa qualità?

Va innanzi tutto chiarito che le farine disoleate di frutta oleosa, non sono un prodotto di scarto dalla produzione su larga scala di oli vegetali: se così fosse, il loro profilo nutrizionale sarebbe talmente impoverito e compromesso da renderle idonee solo per l'alimentazione animale.

Generalmente la produzione di farine disoleate avviene in sinergia con quella di oli vegetali speciali. Si procede ad una spremitura di tipo meccanico, molto leggera e ove previsto a freddo, al fine di ottenere oli qualitativamente superiori ed al contempo un semilavorato, detto pannello parzialmente disoleato, "sgrassato" con percentuali variabili dal 20% al 40% a seconda del frutto oleoso lavorato, pronto per la successiva macinazione.

Solo così si possono ottenere farine disoleate di ottima qualità e questa è la ragione per la quale non tutte quelle che si trovano in vendita hanno caratteristiche simili.

Di conseguenza, rispetto alla complessità e all'attenzione posta nel loro processo produttivo, prezzi particolarmente bassi sono un indicatore, che dovrebbe far dubitare sulla qualità e/o provenienza delle farine disoleate che stiamo per acquistare.

Mostrando 1 - 3 di 3 articoli
Mostrando 1 - 3 di 3 articoli